Tu sei qui

La dermatite atopica del cane: quali sono i sintomi e come curarla

27/05/2019

Se hai notato che il tuo cane si gratta con molta insistenza, arrivando quasi a mordersi, è probabile che abbia la dermatite. La dermatite è una patologia piuttosto comune nei cani e si manifesta con prurito costante, arrossamenti e, talvolta, lesioni.

In base alla causa scatenante, le dermatiti possono essere classificate in varie tipologie, tra cui. una delle più comuni, è quella atopica. Si tratta di una malattia frequente e rappresenta la seconda causa di prurito, preceduta solo dalla dermatite allergica da pulci. È causata dall’inalazione di allergeni ambientali ed è correlata principalmente all’arrivo della primavera.

Il sintomo principale di questa dermatite è il prurito, localizzato in particolar modo alle estremità degli arti e sul muso. In fase iniziale, uno stato atopico può passare inosservato, sia per la scarsità di evidenze cliniche, sia, talvolta, per la limitata presenza di segni evidenti, caratteristiche che possono essere mal interpretate o addirittura trascurate. Tuttavia, i sintomi della dermatite atopica in stato avanzato sono ben visibili, e, nella parte più soggetta al prurito, spesso può manifestarsi la perdita di pelo e la presenza di lesioni importanti.

Quali sono i principali sintomi della dermatite atopica?

I sintomi di questa malattia cutanea compaiono tra i 3 e i 6 mesi, tuttavia nel primo anno di vita non sono molto evidenti. Con la crescita, i sintomi diventano sempre più evidenti e i principali sono i seguenti:

  • prurito costante;
  • leccamento molto frequente;
  • rinite allergica e lacrimazione eccessiva;
  • depigmentazione della pelle e del pelo nelle zone colpite;
  • lesioni, pustole, ferite, tagli ed escoriazioni sulla pelle;
  • croste e cicatrici sulla pelle;
  • infezioni alle orecchie;
  • perdita di pelo localizzata.

Se si nota anche uno solo di questi sintomi, è importante portare in visita il cane da un veterinario, che sarà in grado di effettuare una diagnosi e determinare se ci si trova effettivamente di fronte ad una dermatite atopica.

Come si diagnostica la dermatite atopica?

La diagnosi di dermatite atopica può non essere semplice, poiché i sintomi che si presentano sono tipici anche di altre malattie della cute; tuttavia, svolgendo le corrispondenti prove allergiche, è possibile determinare la corretta diagnosi. Tali prove si sostanziano nell’esecuzione di test allergici in vitro (analisi del sangue) o mediante prove allergiche intradermiche, iniettando una piccola quantità di allergeni diversi sotto la pelle del cane. Gli allergeni responsabili della dermatite reagiranno immediatamente.

Come si cura la dermatite atopica?

Il trattamento dell’atopia va impostato consultando il veterinario, che, tenendo conto della durata e della gravità della sintomatologia, oltre che dal suo aspetto di cronicità, stabilirà l’iter più indicato da seguire. Per fortuna, negli ultimi anni, gli strumenti terapeutici sono di gran lunga migliorati e il cane può godere comunque di una buona qualità di vita, anche se molto dipende dal caso specifico.

In generale, la cura della dermatite atopica nei cani è mirata a ridurre o eliminare la presenza degli allergeni responsabili della malattia ed è accompagnata dalla somministrazione di antistaminici, corticosteroidi e altri tipi di famaci ad hoc per il grado della patologia. È importante, quindi, modificare alcuni aspetti della vita del cane, come l’ambiente in cui vive.

Per problematiche come queste, piuttosto comuni, ma anche molto fastidiose, il ruolo del medico veterinario è fondamentale. Oltre a informare il proprietario sulle terapie da intraprendere e a fornire consigli utili sulla gestione quotidiana di un cane affetto da questa patologia, il veterinario è chiamato anche a mettere a punto terapie individuali sulla base della storia clinica del paziente e sulla sua risposta concreta alle cure.

 

Tags: 
dermatite atopica