Tu sei qui

In vacanza al lago con il tuo amico a 4 zampe

31/07/2019

Consigli e rischi che il cane può correre nuotando a contatto con le alghe blu-verdi.

Trascorrere le vacanze estive al lago è una scelta sempre più frequente anche tra i proprietari di cani. Un’escursione nella natura è sempre un’esperienza ricca di momenti affascinanti, tuttavia, per chi ha un cane, è bene essere preparati ad affrontare alcuni fastidi o, anche, inconvenienti più seri.

Prima di intraprendere una gita al lago è importante assicurarsi che il cane sia in buona salute, facendo attenzione a non esigere sforzi dai cani più anziani, dai cuccioli e dai cani sovrappeso, che rappresentano le categorie più delicate.

Una volta giunti al lago, occorre fare attenzione alla pulizia dell’acqua. In essa, infatti, potrebbe esserci presenza di cianobatteri, le cosiddette “alghe blu-verdi”. Si tratta di batteri microscopici presenti in laghi d’acqua dolce, ruscelli, stagni ed ecosistemi di acqua salmastra. I batteri si formano sulla superficie dell’acqua e affiorano creando una leggera schiuma verde.  Se ingerite in grande quantità, queste sostanze si rivelano tossiche per i nostri amici a quattro zampe. I sintomi dell’intossicazione possono manifestarsi nel giro di pochi minuti e includono:

  • Vomito
  • Diarrea
  • Sangue nelle feci o feci catramose
  • Mucose pallide
  • Ittero
  • Disorientamento
  • Coma
  • Shock
  • Secrezioni eccessive (ad esempio, salivazione, lacrimazione, etc.)
  • Segni neurologici (compresi tremori muscolari, rigidità muscolare, paralisi, ecc)
  • Difficoltà respiratorie

Se non trattata, l’esposizione alle alghe blu-verdi può causare danni al fegato e in casi più estremi la morte.

Il mio cane ha bevuto acqua con la presenza di alghe, come posso comportarmi?

Se sospetti che il tuo cane abbia ingerito alghe blu-verdi, contatta immediatamente il veterinario o la clinica di emergenza più vicina a dove ti trovi. Non esiste un antidoto per le tossine prodotte dalle alghe, quindi un   trattamento veterinario precoce è essenziale per avere maggiori possibilità di successo.

Come sarà curato il mio cane dopo aver ingerito alghe blu-verdi?

Tutto dipende dalle tossine a cui è stato esposto. È probabile che riceverà ossigeno e liquidi per via endovenosa, per aiutare il corpo ad eliminare le tossine. Le condizioni del cane possono richiedere anche cure   intensive e farmaci per convulsioni, difficoltà respiratorie o insufficienza epatica. Fortunatamente, ci sono buone possibilità di recupero.

Come posso prevenire l’avvelenamento da alghe blu-verdi nel mio cane?

Occorre fare attenzione a dove si porta il cane a nuotare e controllare bene che non stia bevendo da fonti d’acqua contaminata. Se si avvista in superficie un ampio agglomerato di alghe, è meglio tenersi alla larga; è   bene scegliere di fare il bagno dove l’acqua appare limpida e tenere sempre sotto controllo le azioni del cane.