Pets e Covid: le regole pratiche su spostamenti, passeggiate e visite - Polivet

Pets e Covid: le regole pratiche su spostamenti, passeggiate e visite

Covid e animali domestici
Covid e animali domestici, le indicazioni del veterinario
12/2020
Polivet la clinica Smartvet
Covid e cure veterinarie: i servizi Polivet
12/2020
I nuovi decreti, le regole

I nuovi decreti, le regole

Tra zone gialle, arancioni e rosse, coprifuoco e divieti, anche portare a spasso o dal veterinario il proprio cane può diventare uno slalom burocratico.

Di base, vogliamo precisare che accudire e dare l’assistenza agli animali di cui si è responsabili rientra nelle “situazioni di necessità” o “per motivi di salute”, che si intendono, già da maggio scorso, esplicitamente estesi anche alla sanità e al benessere animale

  • Canili, rifugi, studi medico-veterinari e negozi di cibo per animali non sono sottoposti a chiusure straordinarie 
  • È sempre possibile portare il proprio animale dal veterinario, muniti di autocertificazione in caso di spostamenti in zone/orari sottoposti a limitazioni.

Ecco la risposta alle domande che ci fate in molti

Posso portare a spasso il cane in zona rossa?

Sì, ma con gli accorgimenti per evitare i contagi, rispettando la distanza interpersonale e indossando la mascherina. Se si è costretti a uscire in orari o luoghi sottoposti a limitazioni, portare con sè l’autocertificazione.

E’ possibile portare il cane fuori nelle ore del coprifuoco notturno per i propri bisogni? 

Il decreto dice di no. Sarebbe il caso di organizzare i propri orari e quelli del cane in modo da potergli fare fare l’ultima passeggiata entro le 22. Ma se il cane ha necessità urgenti (pensiamo a un cucciolo, a un cane anziano o incontinente), il buon senso ci dice che non ci sono controindicazioni a uscire pochi minuti senza allontanarsi più di pochi metri dal portone di casa, giusto il tempo dei bisogni, muniti di autocertificazione.

Si può andare ad accudire animali distanti dal luogo di dimora?

Sì, perché altrimenti sarebbero abbandonati a se stessi. Questo comprende anche l’assistenza ad animali di altre persone impossibilitate a prendersene cura in prima persona (anziani, infortunati, ricoverati)

Come si devono comportare i volontari che accudiscono colonie feline o cani liberi?

Anche in caso di colonie non registrate, l’accudimento degli animali è sempre coi sentito rispettando precauzioni sanitarie e muniti di autocertificazione

Se  l’animale fa una dieta speciale o ha esigenze mediche, posso andare in un altro comune per procurarmi i suoi alimenti e medicinali?

Sì, se non sono reperibili nel luogo di residenza, e sempre muniti di autocertificazione, e la prescrizione veterinaria sia per quanto riguarda i farmaci che per gli alimenti. 

È possibile portare il proprio animale dal veterinario muniti di autocertificazione anche in zone/orari sottoposti a limitazioni. Polivet ha attivato una serie di servizi per rendere più facile l’accesso alle cure veterinarie anche senza spostarsi dalla propria abitazione.

POLIVET POLICLINICO VETERINARIO

Siamo lieti che tu ci abbia scelto. Puoi compilare questo breve modulo e sarai ricontattato a breve

    X
    CONTATTACI