La pododermatite del coniglio

L’avvelenamento del cane e del gatto: sostanze pericolose e primo intervento
02/2021
AMICI DI CASA – Il mio cane o il mio gatto provano dolore? Ecco come scoprirlo
02/2021

La pododermatite del coniglio è una patologia che interessa la superficie inferiore degli arti, più frequentemente i posteriori. 

È una patologia ulcerativa cronica e progressiva che inizia come lesione ischemica da compressione. 

La maggior parte dei conigli liberi di saltellare in casa presentano un lieve grado di alopecia ed eritema della superficie plantare poiché il pavimento di casa ovviamente non rappresenta il substrato naturale per gli arti del coniglio. Nella maggior parte dei casi le lesioni sono stazionarie ma è importante intervenire se tendono a progredire. 

Le fasi iniziali della patologia si manifestano tramite il diradamento del pelo ed eritema della superficie plantare con progressivo peggioramento fino ad ottenere lesioni crostose e ulcere.

Le lesioni esposte spesso si infettano a causa del continuo contatto con la lettiera solitamente con S. aureus e, nei casi più gravi, le lesioni possono estendersi fino a raggiungere l’osso causando osteomielite rendendo la prognosi molto riservata.

Diagnosi della pododermatite del coniglio

La diagnosi si basa sulla rilevazione delle lesioni ulcerate a livello delle superfici inferiori degli arti, ma è importante riconosce e, se possibile correggere le cause che hanno portato all’insorgenza della patologia. In caso di coinvolgimento osseo sarà necessario anche effettuare un esame radiografico per valutare la presenza di osteomielite.

Cause

Le cause che determinano questa patologia sono diverse come: 

  1. Mancanza di movimento a causa del confinamento in una piccola gabbia o per problemi di salute primari.
  2. Substrato inadeguato, troppo abrasivo o duro.
  3. Obesità: aumenta la pressione sulla pianta del piede determinando una difficoltà della circolazione ematica.
  4. Scarsa igiene della lettiera e contatto prolungato con urine e feci
  5. Traumi a livello della superficie inferiore degli arti (il battere frequentemente gli arti posteriori nei conigli nervosi o agitati come segnale di allarme o minaccia. 

Terapia della pododermatite del coniglio

La terapia consiste nella pulizia della zona coinvolta con la rimozione della sporcizia, croste e tessuti necrotici e l’applicazione di pomate che possono essere antibiotiche o riepitelizzanti in base al tipo di lesione presente. 

È preferibile effettuare delle fasciature non solo per coprire le ferite, che altrimenti sarebbero in contatto continuo con la lettiera e gli escrementi, ma anche per applicare le pomate per un tempo prolungato di tempo. Secondo i casi inoltre è possibile somministrare una terapia antibiotica e antinfiammatoria sistemica.

È essenziale inoltre utilizzare un substrato morbido, asciutto e pulito come supporto. 

La laserterapia inoltre ha un effetto fondamentale nella cura della patologia poiché stimola la riepitelizzazione ed è un adiuvante nella terapia antinfiammatoria, saranno necessarie diverse sedute da ripetere fino a completa guarigione. 

Quando la pododermatite del coniglio progredisce fino a raggiungere i tessuti profondi causando osteomielite ed interessamento del tendine flessore la guarigione è molto difficile poiché si instaurano processi patologici permanenti con alterazione della deambulazione. 

POLIVET POLICLINICO VETERINARIO

Siamo lieti che tu ci abbia scelto. Puoi compilare questo breve modulo e sarai ricontattato a breve

    X
    CONTATTACI