fbpx

Natale con cane e gatto, le insidie e i consigli del veterinario

Cosa succede dopo il ricovero
Il lavoro della clinica veterinaria: il ricovero, la terapia intensiva, la degenza
12/2020
Farmaci umani per i pet
Farmaci umani per uso veterinario, facciamo chiarezza sul decreto
01/2021
Natale con i pet, i consigli del veterinario

Natale con i pet, i consigli del veterinario

A Natale è normale aver voglia di festeggiare con chi amiamo. E i nostri pet fanno ovviamente parte della famiglia. Come concedergli una coccola in più senza rischi per la loro salute?

Ricordiamo infatti che se qualche strappo alla solita dieta è concesso a tutti, cedere agli occhioni dolci che ci guardano dai lati della tavola natalizia può avere conseguenze gravi per la salute dei nostri amici a quattro zampe. Il loro organismo infatti metabolizza alcuni alimenti in modo molto diverso dal nostro.

I cibi dannosi per cani e gatti

I dolci sono sempre da evitare, perché possono causare disturbi gastrointestinali. Un pericolo particolare è rappresentato dal panettone, a causa delle presenza di uvetta.

Uva passa e uva fresca sono un alimento molto pericoloso per cani e gatti. La reazione varia da animale ad animale, e purtroppo non esiste una dose “di sicurezza”. Alcuni stanno già male con pochi acini, cominciano ad avere reazioni quali diarrea, vomito fino a presentare danni renali, altri invece ne mangiano senza avere reazioni da avvelenamento. L’unico modo per evitare che il cane sviluppi un’intossicazione da uva è non dargliela nemmeno in quantità minime.

Anche il pandoro, per quanto meno pericoloso del panettone, rientra comunque tra i cibi sconsigliati, in quanto contiene zucchero in abbondanza e, in alcuni casi, cioccolato, decisamente pericoloso per i nostri amici.

Il cioccolato, come ormai è noto, rientra tra i cibi dannosi per cani e gatti, in quanto contiene la teobromina, un alcaloide che i cani metabolizzano molto più lentamente rispetto agli uomini e che causa un accumulo del livello tossico nel loro apparato.

Una dose cospicua di teobromina sito trova nel cioccolato fondente e nel cacao amaro in polvere. Altri tipi di cioccolata (al latte, bianca, ecc) ne contengono molto meno. Per un cane di 5 kg la dose letale di teobromina è contenuta in 300 grammi di cioccolato al latte e in soli 28 grammi di cacao amaro o cioccolata extra fondente

In ogni caso una quantità inferiore di cioccolata potrà causare disturbi gastrointestinali di vario genere, che si intensificano via via che la quantità aumenta. Si potranno avere sintomi come tremori, emorragia interna, battito cardiaco irregolare.

Altri cibi dannosi e da evitare sono i formaggi che, se assunti in grandi quantità, possono causare diarrea.

Attenti al soffritto

Tra i cibi dannosi per i gatti soprattutto la cipollaAtten