fbpx

Sangue nelle feci del cane: che fare?

Filariosi cardiopolmonare nel cane
Filariosi cardiopolmonare nel cane
01/2020
Giardia nel cane
La Giardia nel cane: sintomi, diagnosi e trattamenti
03/2020
Sangue nelle feci

Sangue nelle feci

Per il proprietario di un cane, constatare la presenza di sangue nelle feci del proprio cane è un evento che desta sempre preoccupazione; come succede anche per gli umani, si pensa subito al peggio, ovvero che il cane possa soffrire di qualche grave patologia, fino a pensare che possa avere un tumore. Anche se si tratta di un evento da non prendere sotto gamba, è utile sapere che il più delle volte le cause non sono gravi e tutto può risolversi nel giro di poco tempo con le cure adeguate.

Sangue fresco e sangue digerito

Qualora si abbia il sospetto che ci sia del sangue nelle feci del proprio cane, è necessario osservare con attenzione se si tratta di perdite ematiche “fresche”, che hanno un colore rosso vivo: in questo caso il sangue proviene dall’apparato digerente inferiore (dal colon oppure dal retto). In questo caso si parla di ematochezia, un fenomeno abbastanza semplice da osservare.
Più complicato è, invece, rilevare il sangue digerito nelle feci, che proviene dalle parti superiori dell’apparato digerente, ovvero duodeno, stomaco ed esofago. In questo caso, il termine medico è melena, ovvero feci molto scure e maleodoranti.

In linea di massima, l’ematochezia è meno preoccupante della melena.

Quali sono le cause del sangue nelle feci?

Le cause del sangue delle feci del cane possono essere disparate.

Le più frequenti dell’ematochezia possono essere:

parvovirosi canina: una malattia virale che colpisce soprattutto i cuccioli, molto contagiosa e resistente che può determinare gastrointerite; la parvovirosi ha altri sintomi oltre al sangue nelle feci, tra cui vomito, inappetenza e febbre alta;

parassitosi intestinale: presenza di ascaridi, tenia, coccidi, giardia, ancilostomi. Ricordiamo che le parassitosi sono una delle cause più comuni di presenza di sangue nelle feci del cane;

cambio di alimentazione improvviso, intolleranze alimentari, allergie o somministrazione di cibo avariato;

gastroenterite batterica;

ferite nella zona rettale o presenza di corpi estranei: la presenza di sangue nelle feci del cane è associabile, in molti casi, a ferite causate dall’ingestione di oggetti affilati, come pezzi di ossa o di oggetti rotti che possono causare ferite con l’espulsione;

polipi rettali: escrescenze anomale vascolarizzate che possono sanguinare quando entrano a contatto con le feci; solo il medico veterinario può diagnosticare i polipi attraverso l’endoscopia o una palpazione rettale;

• altre malattie infettive, come la leishmania e l’erlichia, anche se il sangue non è uno dei sintomi più caratteristici;

avvelenamento da veleni, come quello per topi, ma comunque raro come unico sintomo.

Le più frequenti cause della melena sono, invece:

ulcere gastriche o intestinali;

corpi estranei;

ingestione di sangue: non è un fenomeno frequente , ma il cane potrebbe aver, ad esempio, aver perso sangue dal naso o dalla bocca e averlo parzialmente ingerito; la sua digestione può causare la melena;

farmaci: alcuni, soprattutto i farmaci antinfiammatori steroidei e i corticosteroidi, possono provocare l’insorgenza di ulcere nell’apparato digerente che daranno poi luogo a melena;

neoplasie gastrointestinali: la maggior parte di questi tumori è maligna e, purtroppo, molto aggressiva;

conseguenze chirurgiche: le feci nel sangue possono essere una conseguenza di complicate sopraggiunte in seguito ad intervento chirurgico.

Che cosa bisogna fare se si nota la presenza di sangue nelle feci del cane?

Per prima cosa, occorre portare il cane in visita dal veterinario di fiducia, che deciderà in base alla visita e agli esami clinici, l’iter diagnostico e la terapia da prescrivere. In linea generale, la presenza di poche gocce di sangue è un fenomeno relativamente preoccupante, in quanto può trattarsi semplicemente della rottura di microcapillari a livello intestinale. Se il cane presenta uno stato di salute “normale”, quindi corre, gioca, ha appetito non è necessario correre in emergenza dal veterinario.

Se invece il cane ha perdite di grosse quantità di sangue, e per molti giorni, è necessario un incontro immediato con il veterinario, che valuterà l’entità e le cause del problema con l’ausilio di esami specifici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

POLIVET POLICLINICO VETERINARIO

Siamo lieti che tu ci abbia scelto. Puoi compilare questo breve modulo e sarai ricontattato a breve

    X
    CONTATTACI